statistiche web

Coprifuoco, gli orari: quando può uscire il cane?

Le ordinanze delle Regioni non lasciano scampo: in attesa che un nuovo Dpcm i introduca qualche novità in merito, si può uscire di casa oltre l’orario stabilito solo per motivi di lavoro, di salute o di comprovata emergenza (un parente che sta male, ad esempio)

Il decreto della Presidenza del Consiglio ancora in vigore non stabilisce un vero e proprio coprifuoco, come quello in vigore in Lombardia, Campania e Lazio o come quello in arrivo in Piemonte lunedì. Vuol dire che, tranne in queste quattro regioni, è possibile portare fuori il cane o andare a fare una passeggiata o una corsa in città purché si indossi la mascherina o si mantenga la dovuta distanza di sicurezza.
Non è possibile, invece, portare a spasso il cane dalle 23 alle 5 in Lombardia, Campania e in Piemonte, mentre nel Lazio si può portare Fido a soddisfare i suoi bisognini fuori fino a mezzanotte e dalle 5 del mattino in poi.
Lo stesso vale per chi non vuole perdere l’abitudine di rigenerare il fisico facendo una corsa in città nelle ore serali: quelli sono gli orari nelle regioni del coprifuoco e quelli vanno rispettati. Altrove, invece, si può fare jogging, uscire a schiarirsi le idee dopo una discussione con il compagno o con il coniuge o portare fuori il cane anche alle 3 del mattino. Se si soffre d’insonnia. Che nessuno pensi, però, di affogare le pene in un bicchiere al bar a quell’ora: i locali saranno chiusi, perché avranno dovuto chiudere la saracinesca all’orario del coprifuoco (mezzanotte dove non c’è un’ordinanza della Regione che dica il contrario) e non potranno rialzarla fino alle 5.