statistiche web

Corso per preparatori cani allerta nel diabete

Corso per preparatori cani allerta diabete

Il cane allerta nel diabete, da qualche anno a questa parte, è entrato a pieno titolo nelle attività “cinotecniche “rivolte a persone che dovendo vivere una patologia, riescono a migliorare la gestione della propria giornata, supportati da un fantastico quattro zampe

 

Formazione Preparatori cani allerta diabete 


Progetto Serena è stata la prima Associazione ad aver creato un progetto “strutturato “in Italia partendo dallo studio, supportati dai medici della diabetologia di Verona, di una metodologia costruita come un “abito su misura “sul diabete stesso.

Non è stato facile e nemmeno immediato infatti i primi due anni sono stati spesi nella sperimentazione e correzione proprio del percorso di formazione del cane, prima di mettere in pratica il tutto sul primo cane di una persona diabetica.

Nella crescita esperienziale e nel migliorare quello che definiamo “protocollo “siamo arrivati a strutturare un percorso “semplice “, “intuitivo “ma, in ogni caso, che ha dato risultati vicini al 100%.

La necessità di avviare dei corsi istruttori nasce dal bisogno, proprio per rispondere in modo appropriato alla metodologia messa in atto, di avere persone in grado di operare in ogni zona d’Italia, visto che le richieste sono tantissime.

Il corso è così strutturato:

  • IL PROPEDEUTICO

Partendo nel riconoscere che i più interessati a questo tipo di attività sono gli istruttori cinofili che magari operano già in ambito interventi assistiti, abbiamo comunque deciso di iniziare con un propedeutico dove vengono toccati argomenti più conosciuti ed altri meno.

Si parte infatti con una breve presentazione e subito si parla di diabete in quanto se è pur vero che non dobbiamo diventare medici, lo è altrettanto che la conoscenza profonda della patologia e dell’approccio al paziente patologico è importantissimo.

Sempre nel propedeutico si effettua un excursus in quelle che sono le tecniche di apprendimento, le razze, lo studio dell’etogramma e molti punti prettamente cinofili, però sempre indirizzati a quello che sarà poi il percorso vero e proprio.

Alla fine del propedeutico ci sarà un primo esame “valutativo “che darà la possibilità di passare al corso “vero e proprio “

  • SECONDA PARTE

Una volta superato il propedeutico si entra nel vivo del percorso formativo e, in circa quattro mesi, si riparlerà in modo ancora più approfondito di diabete, con lo studio anche della tecnologia oggi a disposizione di una persona diabetica;

psicologia: l’approccio al paziente patologico e lo studio della personalità di chi è costretto a vivere tutta la vita nella “condizione di diabetico “

La ricerca scientifica: la ricercatrice spiegherà in maniera esaustiva come si sta muovendo la scienza in collaborazione con Progetto Serena per portare il cane allerta ad avere un riconoscimento sanitario;

Con l’avvocato si parlerà della responsabilità di un istruttore che si approccia a queste persone;

Si studierà il percorso partendo dal come e perché’, la raccolta del campione, i primi esercizi e via via sempre più dentro con lezioni teorico pratiche dove la stessa teoria verrà messa in atto su di un cane per mostrare i risultati come effettivamente devono arrivare; da qui la dicitura “teorico pratico “;

Alla fine di questo “step “ci sarà un esame che in ogni caso certificherà che il corsista ha ricevuto ed assimilato le nozioni globali della metodologia di Progetto Serena e, con il superamento, si potrà sostenere anche l’esame per la Certificazione con FCC.

Finita questa parte il corsista avrà l’obbligo di affiancare un “istruttore esperto “della propria zona e seguirlo nella preparazione di un cane, non appena il referente comunicherà il raggiungimento di un’ottima conoscenza anche “pratica “della metodologia, il nuovo istruttore riceverà la certificazione di: preparatore cane allerta nel diabete con la metodologia di Progetto Serena, e gli verranno affidati dei cani da preparare.