statistiche web

Cortina4pets: Come pianificare la vacanza con fido

Cosa fare per prepararlo adeguatamente alla vacanza

Esattamente come per noi, ai nostri cani occorre preparazione per affrontare una vacanza in montagna in quanto, dopo aver trascorso mesi in appartamento, si trovano a dover affrontare un ambiente nuovo ed un’attività fisica più impegnativa. Se siamo degli appassionati camminatori lui ci seguirà di buon grado ma dobbiamo tenere presente che costerà fatica anche a lui.
Cosa fare per prepararlo adeguatamente alla vacanza:
Innanzitutto è fondamentale che sia in buone condizioni di salute soprattutto dal punto di vista cardiocircolatorio: una visita di controllo presso il proprio veterinario di fiducia è consigliabile. Specialmente se il cane è anziano o soffre di patologie cardiache dobbiamo essere sicuri che lo sforzo che gli richiederemo sia adeguato alla sua forma fisica. È altresì fondamentale che il cane sia in ordine con libretto delle vaccinazioni, da portarvi assolutamente dietro, con la profilassi per il trattamento della filaria e leishmaniosi, a seconda delle mete prescelte, e con quello degli antiparassitari per pulci e zecche (presenti in gran numero in montagna).
Inoltre anche il cane come le persone potrebbe soffrire per i repentini sbalzi di altitudine presentando vomito, nausea e fastidio, quindi bisognerebbe abituarlo gradualmente specialmente se si dovranno utilizzare impianti di risalita. Se durante la passeggiata, mentre si sale in “altezza”, il cane dovesse manifestare affaticamento, respiro affannoso o tosse frequente sarà opportuno fermarsi un po’ per aiutarlo ad acclimatarsi.
Per quanto riguarda l’alimentazione, esattamente come per le persone, anche per il cane un apporto energetico adeguato è fondamentale per intraprendere un’escursione senza risentirne.
Anche in questo caso sarà il veterinario a consigliare la dieta più indicata e, ricordando che il proprio amico a quattro zampe ha una digestione più lenta di quella umana, è importante somministrargli il pasto almeno 3 ore prima di mettersi in cammino oppure rimandarlo direttamente alla sera una volta rientrati a casa.

fonte A Cortina con Fido
CORTINA4PETS