statistiche web

“UN FIUTO SALVAVITA PER IL DIABETE” convegno a Milano

CONVEGNO

“UN FIUTO SALVAVITA PER IL DIABETE”

L’allerta del cane nel controllo della crisi glicemica

Giovedì 9 maggio 2019

ore 17.30

Sala delle Colonne del Circolo Filologico Milanese
Via Clerici 10
Milano

 

Organizzato da:

con il patrocinio di

 

 

Ricerche scientifiche condotte in tutto il mondo confermano che i cani possono individuare malattie metaboliche grazie alla loro sensibilità olfattiva a specifici “marker” biologici. La nuova frontiera è quella dei cani da allerta diabete, capaci, attraverso il loro fiuto, di rilevare con molto anticipo le crisi ipo-iperglicemiche, avvisando il proprietario-malato. Quest’ultimo riesce così ad evitare eccessive medicalizzazioni, in molti casi l’ospedalizzazione e crisi notturne anche potenzialmente mortali, come può avvenire per quelle notturne.
Nel mondo anglosassone questa applicazione, da tempo oggetto studi e ricerche dai risultati ormai consolidati, è già normalmente praticata. In Italia sono diversi i programmi in fase di studio e realizzazione. Uno fra i primi e i più importanti è quello realizzato da Progetto Serena Onlus, che fornisce la sua collaborazione tecnica a Medical Detection Dogs Italy per formare ed educare i cani da allerta medica. Il convegno presenta le premesse, lo stato dell’arte e gli sviluppi nel campo, con testimonianze sugli interventi già attivi. Ha l’obiettivo di informare il pubblico, gli operatori e i responsabili regionali per studiare l’ipotesi di iniziative istituzionali per i cani da assistenza preventiva-allerta medica (diabete, epilessia, malattie metaboliche), in analogia con il sostegno dato ai cani guida per non vedenti. Il convegno è gratuito e aperto al pubblico e alla stampa.
È realizzato in collaborazione con Rotary Club Milano – Naviglio Grande San Carlo, con la partecipazione di Progetto Serena Onlus e di FAND – Associazione Italiana Diabetici.

Intervengono:

Gianluca Comazzi, Consigliere e Presidente gruppo consiliare Regione Lombardia. Introduzione ai lavori. Il sostegno della Regione Lombardia per i cani d’assistenza.

Milena Carla Colzani, Medico specialista, counselling di diabetologia nutrizionale e comportamentale del paziente diabetico. “Il diabete e il pericolo connesso alle oscillazioni glicemiche nella vita quotidiana e nella pratica sportiva”

Iole Colombini, Psicologa e psicoterapeuta, Servizio di psicologia dell’U.O Pediatria, Centro di Endocrinologia dell’Infanzia e dell’Adolescenza, H. San Raffaele, Milano. “Le ansie del paziente diabetico e della sua famiglia”

Tamara Grilli, FAND – Associazione Italiana Diabetici – Presidente Associazione Saronno, Consigliere nazionale Lombardia. “Il ruolo della FAND nella sfida alla malattia”.

Aldo La Spina, addestratore cani d’assistenza ADI – Assistance Dog International – direttore tecnico MDDItaly, Milano. “L’ausilio del cane d’allerta nelle malattie metaboliche, una realtà finalmente anche italiana! Studi e ricerche dell’esperienza della casa madre inglese MDD UK.”

Roberto Zampieri, addestratore cani d’assistenza, direttore tecnico Progetto Serena Onlus, Verona. “Il ruolo del cane da allerta diabete ed il suo addestramento, secondo il protocollo Progetto Serena” Testimonianza: “Sugar e Carla, una coppia per la vita”.

Modera il convegno
Gabriella Borsatti
Rotary Club Milano Naviglio Grande San Carlo

La dichiarazione del Consigliere Gianluca Comazzi sul convegno:
“L’affetto che lega un cane al suo proprietario è uno dei sentimenti più intensi e duraturi, e proprio per questo non finisce mai di stupirci. Tra i tanti benefici che tale rapporto può portare nelle nostre vite, va annoverata la capacità – da parte di alcuni cani – di individuare malattie metaboliche grazie al loro olfatto super sviluppato. E’ il caso dei cani da allerta diabete, che con il loro fiuto sorprendente sono in grado di prevedere il rischio di crisi ipo/iperglicemiche, salvando la vita del loro proprietario. Questo tipo di capacità rappresenta una nuova frontiera, tanto nel campo sociosanitario quanto in quello del rapporto uomo – animale. Regione Lombardia – prosegue – è molto attenta ai diritti degli animali e alle novità in campo medico/scientifico che prevedono l’impiego degli stessi. Nel 2017 abbiamo voluto riconoscere in maniera più precisa la figura dei “cani di assistenza”, che vengono impiegati per assistere persone con disabilità fisiche, cognitive o mentali (senza dimenticare i cani guida per ciechi e ipovedenti). La Regione prevede un percorso specifico di addestramento, al termine del quale viene rilasciato il certificato d’idoneità. Il convegno organizzato da Medical Detection Dogs Italy e con il contributo determinante del Rotary Club Milano Naviglio Grande San Carlo – conclude – sarà un’importante occasione per confrontarci su questo tema e valutare nuove strategie, con una sinergia tra le istituzioni e i soggetti interessati”.

I promotori del convegno

Rotary Club Milano Naviglio Grande San Carlo, fondato nel 1985. Il Rotary si dà come principale obiettivo quello di fare dei “service”, cioè delle opere di utilità sociale in campo sanitario, educativo, etc. In questo spirito il club ha deciso di dare sostegno a che prepara i cani d’assistenza per i diabetici. Sede del Distretto Rotary: via A. Canova 19/A, Milano. Contatti con il club Milano N.G.S.C: segreteria Ilaria Cardani, ilariaorama@gmail.com, capo progetto Gabriella Borsatti, gabriella.borsatti@fastwebnet.it.

Medical Detection Dogs Italy Onlus, fondata nel 2011 da Tiziana Gori e Aldo La Spina nominato poi Direttore tecnico.
MDDI Onlus promuove nel nostro paese la preparazione e l’impiego dei cani a sostegno della ricerca medica, (come nel caso della diagnosi precoce dei tumori nella ricerca svolta con l’IEO, Istituto Europeo di Oncologia, e l’Università di Milano) e come sostegno all’assistenza di malati (come il diabete con Progetto Serena Onlus). Sostiene l’utilizzo delle straordinarie potenzialità olfattive del cane per la diagnostica. Il cane debitamente addestrato, per esempio, è in grado di identificare i campioni di fluidi biologici che risultano positivi al tumore ai polmoni. “Se ti fiuto ti aiuto” è il progetto di ricerca per la diagnosi precoce del tumore al polmone, frutto della collaborazione di IEO con l’Università degli Studi di Milano e Medical Detection Dogs Italy Onlus; l’obiettivo dello studio è di riuscire ad ottenere la diagnosi grazie alla capacità olfattiva dei cani.
Ma le possibilità di impiego del fiuto del cane nel campo della salute sono enormi e solo ora si sta iniziando a comprenderne la portata. MDDI si sta avvicinando ad altri settori come quello del diabete, in collaborazione con Progetto Serena Onlus, che da anni tratta cani da allerta diabete i quali affiancano il malato nella sua quotidianità e segnalano in anticipo una crisi imminente di ipo o iperglicemia, arrivando anche a salvare la vita del paziente. MDDI ha curato la preparazione di Charlie, Labrador femmina di due anni, cane di proprietà, in collaborazione tecnica con Progetto Serena Onlus. Dopo un anno di preparazione il cane è costantemente attivo con suo il proprietario diabetico, sia in casa che al lavoro, segnalandogli in anticipo le crisi.

INGRESSO GRATUITO

REGISTRATI QUI

 

 

 

 

Sede operativa:
c/o Centro Cinofilo Europeo ASD, via Monte Grappa, 6 20026 Novate Milanese (MI)
Sede legale:
via Gramsci, 13 20026 Novate Milanese (MI)

mddionlus@gmail.com

www.mddi.it

Cell. 3495317102 (Elisa Marconato)

Contatti stampa:
comunicazione@centrocinofiloeuropeo.it
cell. 3333481427 (Stefano Fusi)