statistiche web

Lo studio: i cani riconoscono il volto del padrone anche in fotografia

Padova, il professor Paolo Mongillo ha dimostrato che i cani non utilizzano solo l’olfatto ma sono in grado di riconoscere le persone anche attraverso le immagini

Uno studio dell’Università di Padova ha dimostrato che i cani sono in grado di riconoscere il volto del padrone in fotografia. «Molti pensano che i cani usino prevalentemente l’olfatto per riconoscere persone o altri animali. Eppure, le informazioni visive sono altrettanto, se non più importanti dell’olfatto – spiega il Paolo Mongillo, professore di Fiosiologia ed Etologia Veterinaria all’Università di Padova, tra gli autori dello studio.
Per gli amanti dei cani sembrerà un risultato scontato, ma si tratta delle prime conferme che i cani usino informazioni relative al nostro volto per riconoscerci.
Per gli umani il volto contiene informazioni speciali, elaborate da meccanismi specifici e dedicati del nostro sistema nervoso. Questi studi pongono le basi per capire se anche i cani utilizzino gli stessi meccanismi di elaborazione visiva».

La rivista

Nello studio appena pubblicato sulla rivista «Animal Cognition», i cani venivano temporaneamente separati dal loro proprietario. Per ritrovarlo, gli veniva mostrata una fotografia del volto dello stesso e una fotografia del volto di una persona estranea, in due punti diversi di una stanza. La maggior parte dei cani si è avvicinata alla fotografia del loro padrone, invece che all’altra, dimostrando così di avere riconosciuto la persona.
Paolo Mongillo coordina il laboratorio DogUP dell’Università degli Studi di Padova, un centro di studio del comportamento, della percezione e delle capacità cognitive dei cani affermato a livello internazionale.

(fonte corriere.it)